Giuseppe Mentessi

(Ferrara, 1857 – Milano, 1931)

Dopo gli studi a Ferrara, dove stringe un’amicizia duratura con Gaetano Previati, passa all’Accademia di Parma e poi a Brera: qui esordisce nei primi anni Ottanta con vedute architettoniche e dal vero. A Milano allaccia rapporti con gli ultimi scapigliati, specie con Cesare Tallone, Emilio Longoni e Leonardo Bistolfi. Dopo essere stato assistente di Luca Beltrami a Brera nel 1880, nel 1887 riceve un incarico autonomo nella stessa Accademia. Partecipa alla Prima Triennale di Brera nel 1891. Condivide gli ideali socialisti che lo portano, negli anni Novanta, all’elaborazione di opere d’impegno sociale. Nascono contemporaneamente le prime prove divisioniste a lunghi filamenti di colori puri, spesso realizzate a tempera e a pastello. Nei primi anni del Novecento affronta soggetti mistico-umanitari carichi di suggestioni simboliste.

Nella collezione
Lagrime - Mentessi